Percorso: ilMac.net > Eventi & foto > Eventi > MacDay 2003


MacDay 2003

Agli occhi di chi non c'è mai stato prima

Ciao amicici, vi scrivo per raccontarvi quella che per me ed il mio gruppo di Mac User è stata un’avventura…il Mac Day 2003 con sede a Milano, precisamente all’interno dell’ internet cafè, presso il Mondadori Multicenter di via Marghera 28.
Bene, siamo in sette amici, entusiasti per quella che sarà una giornata particolare, densa di incontri costruttivi, scambi di informazioni, esperienze sull’utilizzo di programmi nuovi e non, conoscere persone che, come noi, fanno del proprio Mac non solo un semplice e comune computer, ma lo vivono con passione ed entusiasmo, consapevoli della validità di questa piattaforma.

Quest’anno il Mac Day si svolgeva l’11 di Maggio, domenica.
Ebbene, il sabato precedente finalmente andiamo a ritirare il nostro Fiat Ulysse (Modello nuovo nuovo con 2300 km all’attivo) 2000 TD, e dopo i consueti giri di prova dei tre “piloti titolari” lo portiamo a casetta a riposare per le 4 ore di strada stimate che lo attendevano l’ indomani.
Il programma è stato più o meno il seguente: Sabato sera alle 22.00 a letto per accumulare energie, ma non prima di aver sistemato e preparato il mio titanium alla giornata che lo attende, domenica mattina sveglia alle 4, preparativi vari, panini, bibite, ritrovo a casa di un amico alle 5 in punto e alle 5.10 eccoci tutti e 7 in autostrada, direzione Milano…

Il viaggio procede bene, sono io a guidare all’andata, incontriamo un po' di nebbia ma niente di che, il clima è allegro, si scherza, si ride, qualcuno cerca di recuperare il sonno negatogli dalla sveglia precoce, ma siamo tutti entusiasti per l’idea del Mac Day 2003 e non vediamo l’ora di arrivare…
Ore 9.15 eccoci a Milano e dopo aver perso un ‘ora a cercare l’ingresso del parcheggio di S.Leonardo, finalmente alle 10 entriamo nella metropolitana che, tramite la linea rossa ci porterà direttamente al Mondadori Multicenter di Via Marghera.

Da segnalare gli sguardi che i locali ci dedicavano….7 persone in completo kit da “turista” con tanto di succulenti borsoni dal contenuto tecnologico invidiabile…fate voi… :o)
Finalmente usciamo dalla metro e ci troviamo praticamente di fronte al luogo dell’incontro; all’ingresso un cartellone che annunciava che al secondo piano si sarebbe svolto il Mac Day…nessuno ad attenderci….
Entriamo e la prima cosa che si nota è che il Multicenter è praticamente un negozio molto fornito delle più disparate marche di qualsiasi cosa potesse essere utile a chi possiede un computer, dalla carta fotografica alle schede di memoria, dai monitor ai mouse, passando per hd esterni, cartucce varie ed assortite, telecamere, macchine digitali…insomma una sorta di paradiso della tecnologia informatica e non..
Nelle vicinanze dell’ingresso, un mobiletto metteva in bella mostra 4 dei più recenti portatili Mac, tra cui il Titanium 1Ghz, il 17” e il nuovo PowerBook 12”…tutti molto belli.
Si sale al piano superiore per mezzo dell’ascensore panoramico ma invece di trovare il paradiso Mac ad attenderci ci troviamo davanti ad un locale costituito da un bar con ai lati due corridoi simmetrici che terminano rispettivamente con le scale per scendere e salire da un lato, e con una sala conferenze dall’altro…. Tali “corridoi” sono provvisti di postazioni internet fisse [si ricorda che il locale in questione è comunque un internet cafè] e dei tavolini che vengono subito occupati da noi…ma l’unica presenza di altri utenti Mac è rappresentata da un gruppetto di 4 persone che armeggiano sui loro Titanium 17”…


Non sono questi i Titanium 17" ovviamente...:-)

Personalmente la delusione è stata notevole in quanto, dall’ultima mail inviatami dagli organizzatori citava testualmente:” L'appuntamento quest'anno, vista l' indisponibilità del MORe di Modena è per tutti quanti l'11 Maggio dalle ore 10:30 in poi direttamente all'interno del internet cafè, presso il Mondadori Multicenter di via Marghera 28 a Milano. “
Superata la delusione iniziale prendiamo posto su due tavolini e ci apprestiamo a mettere in funzione le nostre macchine ma notiamo subito che nel locale il segnale Airport o non è presente oppure non è disponibile la connessione ad Internet…il che non è una cosa molto simpatica a mio avviso…
La delusione si amplifica quando apprendiamo che ”l’inizio” del Mac Day è stato spostato per le 14.30 del pomeriggio….
Cioè dico….sono partito da Udine alle 5 di mattina per essere a Milano intorno alle 10.30, puntuale per l’inizio dell’evento e quando arrivo li scopro che si inizia alle 14.30?? e avvisare? Mi sarei organizzato in maniere differente, sia io che i miei amici, magari saremmo partiti ad un orario più decente ed “umano” sapendo che il ritrovo era per le 14.30…invece no, l’ultima mail arrivatami parlava delle 10.30…

Per fortuna non siamo soli e quindi nel frattempo ci si organizza per gli scambi e dibattiti tra i pochi, pochissimi presenti nei due corridoi, ma vorrei segnalare che l’entusiasmo non era certo quello con cui siamo partiti..

Col passare del tempo e l’aumentare della noia, l’affluire di gente aumenta se pur con lentezza, ma con costanza.. personalmente non ce la facevo proprio più.. Per quanto io ami l’ambiente Mac, per quanto mi interessino gli scambi di opinioni, di esperienze lavorative con programmi dei più svariati, sebbene la passione sia molta, beh, amici, nonostante tutto questo vi assicuro che non riuscivo più a restare in quel posto così triste e monotono, privo di tutto…nn c’era un’airport alla cui collegarsi per navigare, o meglio ce n’era solamente una che però non funzionava, le persone venute per prendere parte al Mac Day si mescolavano con le persone “comuni” che nulla avevano a che fare con questo tipo di piattaforma, ma semplici cittadini milanesi che venivano nell’ internet cafè per scaricarsi la posta, o per farsi un giro incuriositi magari dalla presenza inconsueta di Mac…i prezzi del bar poi, erano allucinanti.
Non capitemi male, chi vi scrive è utente Mac dal vecchio 6100/60, sono un appassionato-malato di Mac, dei suoi sviluppi, delle sue possibilità, dei suoi utilizzi, e non ero certo partito da Udine per andare a Milano a farmi un giro e basta, ma bensì con l’intenzione di trascorrere una giornata memorabile in compagnia di gente come me, appassionata di Mac, così intenta a parlare e trasmettersi pareri, informazioni commenti, file, dati, da saltare pranzo, da non accorgersi del trascorrere del tempo, da arrivare a sera e dire ”cavoli, ma sono già le 19??”

Ma purtroppo non è stato così..

Alle 14 io ed un altro gruppo di amici non abbiamo più resistito alla situazione che si era creata, al clima di attesa ed alla fine abbiamo mollato tutto e presi dalla disperazione siamo andati a dar un senso alla nostra giornata a Milano: Fare un giro per il centro a vedere….Il Duomo.


Turisti a Milano

Ebbene si amici, è triste dire questo ma è la verità, alla fine se non fosse stato per quel paio d’ore trascorse vagando per il centro di Milano, ammirandone il Duomo se pur coperto nella sua facciata, girando per i negozi immersi in un fiume di turisti, beh, se non fosse stato per questo posso tranquillamente dire che l’11 maggio non sarebbe stata una gran giornata par quanto riguarda il Mac Day.

Sinceramente mi dispiace parlare così, muovere critiche è fin troppo facile, organizzare un evento del genere non è obiettivamente cosa da poco, ci sono molti fattori da considerare, da far coincidere e non sempre va tutto per il verso giusto. Il mio articolo vuole essere una descrizione della mia personale giornata al Mac Day 2003 che non ritengo sia stato uno dei migliori. Per me era il primo cui partecipavo ma voglio sperare che non siano stati tutti quanti così.
Mi dispiace per gli organizzatori, per Roberto Ferrara di Apple Italia, per tutti quanti ci abbiano messo tempo, impegno e dedizione per organizzare la cosa ma non ritengo sia stata una cosa ben riuscita. Innanzi tutto il luogo non era dei più idonei, troppo dispersivo, poco fornito di prese elettriche, di cablaggi Ethernet, di basi Airport, poi quel bar li in mezzo, quasi a dividere in due corsie tutto il piano, il fatto che chiunque volesse aveva accesso al secondo piano, che nessuno ti chiedesse chi sei quando entravi al Mondadori Multicenter con borsone per computer, borsa per la telecamera e zaino con cd, Hd portatile, panini e quant’altro…insomma nessuno che si fosse preoccupato di rendere il secondo piano dello stabile una sorta di piano dedicato ai soli utenti Mac iscritti al Mac Day e venuti da tutta Italia appositamente per questa occasione..

Parlando con Roberto Ferrara ho appreso che si è lavorato per preparare il locale a questa giornata particolare ma che purtroppo non si è riusciti a fare di meglio, che si terranno conto di queste “lamentele” e che per l’anno prossimo verranno fatti dei lavori al fine di preparare il locale ad una accoglienza più idonea a noi utenti Mac. Personalmente apprezzo molto l’impegno per l’organizzazione di tutto ciò e ritengo questo Mac Day come una sorta di “anno di transizione” dal MORe di Modena al Multicenter di Milano, sperando che l’anno prossimo ci si trovi davanti ad una Mac Day coi fiocchi, con tanto di organizzatore alla porta che ti chiede nome e cognome, che ti indirizza verso le sale dove si svolgerà l’evento e che la cosa sia riservata a noi Mac User…come in una unica, grande famiglia .
Bene amici, con questa speranza io vi saluto e resto comunque a disposizione per eventuali repliche.
Ciao a Tutti!!!!


I partecipanti a questa avventura partita da Udine dopo l'intensa giornata

Per vedere le cose da un'altro punto di vista clicca qui.



Data di pubblicazione: 29-05-2003
L'intero contenuto di questo sito è © dal 1998 del Team di ilMac.net, è vietata ogni riproduzione senza il consenso scritto da parte degli autori.